La piccola isola di Filicudi prende il suo nome dal greco “Phoinicussa” termine che indica la pianta della felce. Nell’Isola, infatti, si trova la famosissima “Fossa Felci” un vulcano spento, nel quale cratere è ospitata una ricca vegetazione. Una leggenda vuole che la sera del 24 giugno, il giorno dedicato a San Giovanni Battista, se ci si reca tra i boschi dell’Isola e si rimane svegli mantenendo lo sguardo verso una felce qualsiasi, senza mai distoglierlo, alle luci dell’alba si può vedere nascere un fiore magico; il fiore di San Giovanni. Questo con proprietà magiche fa gola sia al diavolo che alle streghe. I siciliani, infatti, attribuivano a Filicudi il nome di “Isola del Diavolo” o “Isola delle Streghe”.

 

 

0
0
0
s2smodern